Risotto porri, crescenza e cannella...perchè succede quando meno te lo aspetti...

Non potete immaginare che mese di Settembre mi si prospetta, una vagonata di impegni già programmati e altrettanti dell'ultimo minuto da cogliere al volo, e adesso mi ritrovo distesa sul divano di casa, pc sulle gambe, per suggerirvi questo risottino sperimentato qualche ora fa dopo aver passato una splendida serata a Levanto alla festa di compleanno di amici. Ore piccole, molto piccole, stanchezza e gioia, nonostante tutto, che mi hanno ispirata a unire porri, crescenza e cannella.
Perchè molto spesso le "cose buone e belle" arrivano quando meno te lo aspetti...
Ingredienti_4 porzioni
8 pugni di risotto carnaroli
3 porri
100g crescenza
olio extra vergine di oliva
cannella in polvere
parmigiano grattugiato
1 bicchiere vino bianco
dado
burro
Procedimento:
Lavate, tagliate finemente i porri e fateli soffriggere con olio extra vergine in una pentola antiaderente dove farete cuocere il riso. Nel frattempo preparate in un altro pentolino 8dl di brodo facendo sciogliere due dadi nell'acqua portata a ebollizione. Una volta fatto appassire il porro, aggiungere il riso, fatelo tostare e versate facendo sfumare il bicchiere di vino. Aggiungere metà quantità di brodo e procedere alla cottura irrorando a mano a mano che vedete asciugare il risotto fino a cottura completata.
Spegnere il fuoco e mantecare con 5 cucchiai di parmigiano reggiano e 2 noci di burro.
Servire il risotto nel piatto, preparare una quenelle di crescenza e posarla sulla cima del risotto, spolverare con la cannella.
Noterete che la crescenza si scioglierà lentamente per il calore del riso e delicatamente accompagnerà il sapore deciso del porro, mentre la cannella stuzzicherà il palato con un retrogusto dolciastro...io che non amo piatti elaborati, ne sono rimasta soddisfatta!