From Food&Wine to Identità Golose and back

Avete presente una trottola, quel vecchio giocattolo a forma di cono, in legno con punta di ferro? Bene, perchè in questi giorni ho raggiunto il record di tragitti avanti e indietro, destra e sinistra, sopra e sotto, tra Milano Food&Wine festival e Identità Golose.
Dall'omaggio ad Aimo e Nadia Moroni, pionieri in Italia nella ricerca delle grandi materie prime, con Alessandro Negrini e Fabio Pisani che oltre agli vermicelli con cipollotto e peperoncino hanno presentato ufficialmente aimo-d , un progetto, un'app, un gioco o un punto di riferimento per i più giovani che desiderano avvicinarsi all'alta cucina nel modo più di tendenza e alla portata di tutti. Paolo Marchi, che vigila attentamente su ogni conferenza, ha personalmente consegnato il ricordo di Identità Golose a chi ha creato e tenuto alto per 50 anni il nome de "Il luogo di Aimo e Nadia" e chi ne continuerà il successo.
Gianluca Fusto, Nadia e Aimo, Alessandro Negrini

Paolo Marchi omaggia il team de "Il luogo di Aimo e Nadia"
Dalle postazioni di Milano Food&Wine festival, Massimo Bottura con Marta Pulini, Simone Padoan e Beniamino Bilali si sono cimentati rispettivamente nella preparazione della Pasta e fagioli, attenzione!! con aggiunta finale di lambrusco e un filo d'olio, mentre per Padoan e Bilali uno dei cavalli di battaglia del bel paese, la pizza!

Massimo Bottura
Beniamino Bilali, Simone Padoan
Chi si sarebbe immaginato di assistere ad un'inconsueta joint venture tra Gianluca Fusto e Andrea Berton..provocazione o apertura verso nuovi orizzonti culinari?? Dolce e salato sono stati uniti in tre diverse preparazioni mantenendone accuratamente separati e identificabili i sapori. Nell'insalata mista la pasticceria di Gianluca Fusto smuove le regole della cucina, viceversa nella preparazione della bignolata, il dessert si trasforma accogliendo le procedure e i gusti della cucina secondo Andrea Berton.
Andrea Berton, Gianluca Fusto

ExtraArchcook4 Comments