Torta al cioccolato..per salutisti - VENCHI

choco-bur.jpg

Beato cioccolato, che dopo aver corso il mondo, attraverso il sorriso delle donne, trova la morte nel bacio saporito e fondente delle loro bocche.

Anthelme Brillat-SavarinFisiologia del gusto, 1825

Così scrive il magistrato Anthelme Brillat-Savarin, a prima vista appariva banale: intrepido cacciatore, discreto musicista, eccellente ospite e gradevole conversatore; ma niente di tutto ciò poteva farlo passare alla posterità. Vissuto ai tempi della rivoluzione francese, scrisse saggi di diritto, ma il suo nome è rimasto legato alla

“Fisiologia del gusto” (1825), non un libro di cucina in senso tecnico, ma una serie di gustose meditazioni sulla civiltà e i piaceri della tavola. Cosa si scopre durante lunghe ricerche in biblioteca per progettare un museo del gusto..quindi non solo design, architettura e cucina, questo personaggio, impugna una penna divertita che sente di avere il potere e insieme il diritto di essere fantasiosa.

Il tempo e la riflessione soltanto hanno saputo rivelare al genio gastronomico le massime conviviali, sociali e altre ancora di cui questo libro è come screziato; massime così ben formulate che la maggior parte sono diventate ben presto dei proverbi per i buongustai e conferiscono l'illusione dello spirito a molta gente. 

Una dedica a tutte le donne nel giorno della loro festa, una ricetta golosa e il suggerimento verso una lettura inusuale, che non lascerà l'amaro in bocca

Ingredienti:

250g chocolight fondente Venchi

250g di burro di cacao Venchi

250g zucchero semolato

6 uova

zucchero a velo

Procedimento: sciogliere cioccolato e burro a bagnomaria sbattere tuorli e zucchero unire i due composti montare a neve gli albumi amalgamare il tutto riempire una teglia da 30 cm e infornare a 180°C per 30 minuti circa