Set di posate Gio Ponti - Sambonet

gioponti_sambonet_01.jpg

nome oggetto: Gio Ponti Sambonet

funzione: posate

disegnato per: Krupp (1955) - Sambonet (1988)

designer: Gio Ponti (1891 - 1979) architetto e designer

anno: 1932

Oggetti d'arte disegnati e dedicati alla tavola, dalle linee moderne per l'epoca in cui furono prodotte,  messe sul mercato nel 1988, attuali ancora oggi in acciaio inox 18/10 lucido. 

Gio Ponti, uno dei maggiori esponenti del Razionalismo Italiano, fondatore della rivista "Domus", ne ha studiato il design ottenendo un equilibrio poetico e formale, come una delle sue architetture. Nel 1932 presenta il progetto, ma solo nel 1955 Krupp di Milano ne avvia la produzione, la parte strumentale di queste posate confluisce nel manico senza interruzioni perchè la progettazione di Ponti lavora su una forma unica e non più sull'assemblaggio di pezzi distinti.

M. Romanelli nel 2001 individua nel design delle posate di Ponti un'opera di mediazione tra il ridisegno delle posate da albergo, caratterizzato da un andamento curvilineo delle parti strumentali, dai manici piatti, dalla coppa capiente del cucchiaio e dai quattro rebbi della forchetta, e il lavoro di "schiacciamento"con conseguente allargamento, che costituisce un altro fecondo filone di ricerca del design della posata.

Il "nuovo modo di pensare questi arnesi, le posate", anzi, la loro "forma perfetta", è questa, dice Ponti

coltello a lama corta con profilo obliquo (per tagliare noi usiamo solo la punta della lama, inclinata sul piatto), forchetta a denti corti e un pò concava (per raccogliere il boccone noi usiamo solo la punta dei denti, e nella concavità raccoglieremo anche il sugo).

prodotto da Sambonet dal 1988

Sambonet